Monthly Archives: Aprile 2016

NEWSLETTER APRILE 2016

newsletterGLaprileKaiser Karl Gebetsliga für den Völkerfrieden

Lega di preghiera del B. Imperatore Carlo per la pace tra i popoli  – Italia

 

Primo Aprile 1922 pio transito del Beato Imperatore Carlo

II 19 novembre 1921, Carlo e Zita approdavano a Funchal in Madera: il Vescovo del luogo, per incarico del Papa, viene loro incontro con tutti i riguardi.

L’Imperatore Carlo ebbe a provare una grande gioia nell’intimo del suo cuore, vedendo come immediatamente si erigeva entro la sua abitazione una cappella, ove, nella dura sorte del proprio esilio, solo poteva cercare e trovare il più caro dei sollievi.

Gli abitanti dell’isola, vedendo quella sua giovialità, quella pace gioconda e costante nel portare la sua croce, quella continua unione con Dio, non tardarono ad essere infiammati di simpatia verso di lui. L’Imperatore era messo a ben dure prove: uno dei figlioli da lui lasciati nella lontana Svizzera, si era ammalato, – la sua consorte, che in quel tempo si aspettava nuove gioie materne, aveva dovuto far con lui quel viaggio pieno di strapazzi, – e quei pochi mezzi, che ancor restavano dopo la rapina fatta dei suoi beni, andavano scomparendo.

La troppo grande mancanza di mezzi lo costringe ad abbandonare la città di Funchal e trasferirsi al monte sopra la città. Era il 18 febbraio 1922, stagione, ahimè! poco propizia per quel clima nebbioso e, in primavera, malsano.

L’Imperatrice Zita era già tornata, con sei figlioli, il 2 di quel mese. Il 2 marzo venne anche il settimo, bell’e guarito.

II 14 marzo 1922 Carlo Imperatore si ammala: si tratta di cosa da poco.

Il 27 il suo stato peggiora, a cagione di una infiammazione dei polmoni, e riceve il Sacramento della Estrema Unzione. Volle fosse presente Ottone, il primogenito, perché voleva dargli un esempio. “Affinché egli sappia, disse, in qual modo dovrà diportarsi un giorno, come Imperatore e come vero cattolico “.

In tutta la sua vita Carlo d’Austria aveva sempre e prontamente perdonato tutti gli oltraggi e tutti i torti. Nella confessione generale di tutta la vita, che ora vuol fare, dichiara nuovamente di voler perdonare a tutti i nemici e avversari; e nello stesso tempo vuole accentuare la sua ferma volontà di non lasciar mai i diritti e i doveri che erano stati dati alla sua persona.

“Devo tanto patire, affinché i miei popoli abbiano a ritrovarsi nuovamente uniti”. Quest’espressione ci fa conoscere con quali intenzioni d’amor di patria e di fedeltà egli offriva a Dio i suoi dolori.

Nella sua infermità egli conserva un’esemplare pazienza; nella morte, una piena rassegnazione alla volontà di Dio.

Gettano viva luce sopra tutta la sua vita le parole semplici, ma dense di significato, da lui proferite la notte della sua morte: “Tutti i miei sforzi tendono sempre a questo fine, di conoscere in tutte le cose la volontà di Dio più chiaramente che sia possibile, ed eseguirla con la maggior possibile perfezione”.

Così anche poco prima della morte, conoscendo chiaramente ch’essa si avvicinava, potè dire: “Sia fatta la Tua volontà!”.

Il giorno della sua morte, primo d’aprile 1922, aveva ricevuto la mattina, come soleva ogni giorno, la Santa Comunione. A mezzogiorno, pochi minuti prima di spirare, sentì un vivo desiderio di ricevere ancora una volta il Corpo del Signore, che gli fu amministrato come Viatico.

Tra le braccia della cara Consorte, alla presenza del Santissimo Sacramento, in intima orazione, si spense. Dando l’ultimo respiro, aveva pronunciato ancor una volta il Nome di Gesù.

II giorno 5 aprile, la sua salma fu collocata nel santuario, meta di pellegrinaggi, di Nassa Senhora do Monte (Nostra Signora del Monte). Il Vescovo e il popolo di Funchal custodiscono i resti mortali di Carlo d’Austria, come quelli d’una persona, la cui memoria è in venerazione.

L’Eccellentissimo Vescovo di Funchal, trovandosi in Roma con un Sacerdote religioso austriaco, ebbe a dire : “Nessuna missione ha concorso così efficacemente a ravvivare la fede nella mia diocesi quanto l’esempio che le diede il suo Imperatore nella sua infermità e nella sua morte”.

 

INCONTRI DEI GRUPPI DI PREGHIERA PERVENUTI

 GEBETSLIGA DI BERGAMO

DOMENICA 17 Aprile  2016 alle ore 16,00, presso il Monastero di San Benedetto in Bergamo, via Sant’Alessandro. Recita del Santo Rosario e catechesi guidati da don Maurizio Rota

GEBETSLIGA DI BRESCIA

Venerdì 1 Aprile 2016 Ore 20,30  Santa Messa in onore del Beato Carlo

GEBETSLIGA DI CREMONA

Cremona Città:. la celebrazione mensile della S. Messa in memoria del beato Carlo verrà tenuta da Padre Antonio Casera domenica 17 aprile alle ore 11  presso la cappella della parrocchia di S. Antonio Maria Zaccaria, in via Milano 3/E, a Cremona.

 

Sabbioneta: 16 Aprile, terzo sabato del mese alle 9,30  nella chiesa dell’Incoronata, S. Messa in onore del Beato Carlo per chiederne la canonizzazione,  pregare per la pace e la fratellanza tra i popoli e condividere le intenzioni di preghiera della Gebetsliga.

GEBETSLIGA DI FERRARA

Alla riunione di Aprile è confermata la visita del delegato nazionale don Arnaldo Morandi

La riunione di preghiera della delegazione ferrarese si svolgerà nella cappella dell’episcopio Mercoledì 16 Marzo alle ore 21,15 con il seguente programma:

Adorazione Eucaristica

– Intervento di don Arnaldo Morandi

– Liberi interventi dei presenti.

 

GEBETSLIGA DI  PIACENZA

EVENTI del MESE di APRILE 2016

venerdì 15 aprile 2016  –  ore 17.30

Conferenza della Prof.ssa Maria Giovanna FORLANI, di approfondimento del contesto

culturale afferente al mondo asburgico – cuitura musicale e artistica

comunicata con avviso a parte

 

venerdì 15 aprile  –  ore 19-20

ADORAZIONE EUCARISTICA nella chiesa di S.Giorgino in Sopramuro

venerdì 22 aprile  –  ore 18

VISITA PASTORALE di S.E. Mons.Gianni AMBROSIO Vescovo di Piacenza-Bobbio

alla Confraternita della Beata Vergine del Suffragio

e celebrazione della S.Messa in lingua latina, secondo il Messale del Beato Paolo VI, nella chiesa di S.Giorgino in Sopramuro, vigilare della festa di S.Giorgio Martire

Gli amici della Gebetsliga sono invitati ad associarsi a questo evento festoso ed ecclesialmente importante, della Confreternita che ci ospita.

 

GEBETSLIGA DI ROMA

Giovedì 28 Aprile, ultimo giovedì del mese,  in Santa Maria dell’ Anima,  Via di S. Maria dell’Anima, 64,  preghiera guidata dalla Gebetsliga di adorazione al S.S. Sacramento, dalle 21,00 alle 22,00, con la condivisione delle intenzioni mensili di preghiera e la invocazione per la canonizzazione del Beato Carlo

 

GEBETSLIGA DI SARTIRANA (LOMELLINA)

Venerdì 1 Aprile ore 18,30 recita del S Rosario ed adorazione eucaristica presso la  parrocchia di Sartirana per commemorare il pio transito del Beato Carlo.

GEBETSLIGA DELLA  SICILIA

Il gruppo della Gebetsliga di Caronia si incontrerà l’ 1 Aprile. Adorazione eucaristica e alle 16,00 S. Messa.

Il gruppo della Gebetsliga di  Marina di Caronia si incontrerà il 2 Aprile.  Adorazione eucaristica dalle 18,30

 

GEBETSLIGA DELLA TOSCANA

DIOCESI DI MASSA CARRARA – PONTREMOLI

Gebetsliga di Massa Carrara:

Presso la Fraternità San Filippo Neri,

viale dei Menhir 8

Villafranca in Lunigiana (MS)

Mercoledì 27 Aprile ore 18.30 – Santa Messa e preghiera per la canonizzazione del beato Carlo presieduta dal delegato di Massa, don Emanuele Borserini.

 

GEBETSLIGA DI TRIESTE

Venerdì 8 Aprile, secondo venerdì del mese,  a Trieste nella cappella dell’Adorazione della chiesa della Beata Vergine del Soccorso alle ore 18,30  incontro di preghiera della Gebetsliga guidata dal delegato  don Vincenzo Mercante

 

GEBETSLIGA DEL TESINO (TN)

L’incontro della Gebetsliga del Tesino è fissato  giovedì  21 Aprile,  presso Palazzo Gallo ad ore 18.30.  Via Municipio Vecchio n. 2 a Castello Tesino.

GEBETSLIGA DI  VIGEVANO

Il gruppo della Gebetsliga di Vigevano si incontrerà venerdì 1 Aprile alle ore 18.00 nella cappella S. Arialdo  presso la chiesa parrocchiale di S. Francesco, Via Dante in Città. La preghiera sarà guidata dal Parroco  Mons. Paolo Bonato

 

GEBETSLIGA DI VARESE

DOMENICA 10 APRILE 2016

Accoglienza della Reliquia del Beato Carlo d’Asburgo nella Chiesa di S. Stefano di Velate

Unione di Preghiera Beato Carlo per la Pace e la Fratellanza tra i Popoli

(vedi programma completo in locandina)

 

INTENZIONI PREGHIERA PER IL MESE DI APRILE

*Per i cristiani perseguitati e martiri della fede

*Per l’unità della Chiesa e la famiglia

*Per gli ammalati che si affidano alle nostre preghiere e alla intercessione del Beato Carlo

*Per la canonizzazione del Beato Carlo

*Per il Papa

 

Preghiere per la Canonizzazione del Beato Carlo d’Austria

Si raccomanda in tutte le riunioni di preghiera o personalmente di recitare l’orazione per la glorificazione del Beato Carlo e la preghiera a Maria Signora di tutti i popoli

Preghiere per la Canonizzazione del Beato Carlo d’Austria

Dio Padre Onnipotente, attraverso il Beato Carlo hai dato alla tua Chiesa un esempio completo di vita cristiana.
La sua vita e tutte le sue scelte e azioni, soprattutto in campo politico e  familiare, sono state sempre fondate sul Vangelo e sull’insegnamento della dottrina cristiana. Il suo amore per Gesù Eucarestia, cresciuto in tempi di grande incertezza, lo ha portato ad unirsi al sacrificio di Cristo attraverso l’offerta della propria vita, per la salvezza dei suoi popoli, nel costante e fiducioso abbandono alla Beata Vergine Maria.
Il Beato Carlo interceda per tutti i bisognosi quando la malattia, lo scoraggiamento, lo sconforto, la solitudine, l’amarezza e le difficoltà della vita mettono a dura prova. Aiutaci, o Padre, a vedere e seguire il suo esempio. Per la sua intercessione ascolta le nostre suppliche ed accogli le nostre preghiere (enunciare la propria intenzione). Concedi i segni necessari affinché ne sia riconosciuta la santità, a gloria del Tuo nome e per il bene della Santa Chiesa. ( Pater, Ave, Gloria ) Amen.

 

PREGHIERA A MARIA SIGNORA DI TUTTI I POPOLI

TESTO DELLA PREGHIERA APPROVATA DALLA CONGREGAZIONE PER LA FEDE (2006)

SIGNORE GESÙ CRISTO,
FIGLIO DEL PADRE,
MANDA ORA IL TUO SPIRITO SULLA TERRA.
FA ABITARE LO SPIRITO SANTO
NEI CUORI DI TUTTI I POPOLI,
AFFINCHÉ SIANO PRESERVATI
DALLA CORRUZIONE, DALLE CALAMITÀ
E DALLA GUERRA.

CHE LA SIGNORA DI TUTTI I POPOLI,
LA BEATA VERGINE MARIA,
SIA LA NOSTRA AVVOCATA. AMEN.

Imprimatur: 6/01/2009

Il 31 maggio 2002, il vescovo di Haarlem-Amsterdam, S. E. Mons. Jozeph Marianus Punt, sentendo pareri e ponderando il tutto, ha attestato l’autenticità delle apparizioni della Signora di tutti i Popoli e ha constatato la soprannaturalità delle apparizioni. Per saperne di più cercare in google:  Maria signora di tutti i popoli

 

Newsletter di Marzo 2016

Mese dedicato a san Giuseppe

Patrono e Custode delle famiglie cristiane

San Giuseppe fu il provvido custode della Sacra Famiglia.
A lui possiamo affidare tutte le nostre famiglie, con la più grande certezza di essere esauditi in tutte le nostre necessità.
Egli è l’uomo giusto e fedele (Mt 1,19) che Dio ha posto a custode della sua casa, come guida e sostegno di Gesù e Maria: tanto più proteggerà le nostre famiglie, se gliele affidiamo e se lo invochiamo di vero cuore.

“Qualunque grazia si domanda a S. Giuseppe verrà certamente concessa, chi vuol credere faccia la prova affinché si persuada”, sosteneva S. Teresa d’Avila. “Io presi per mio avvocato e patrono il glorioso S. Giuseppe e mi raccomandai a lui con fervore. Questo mio padre e protettore mi aiutò nelle necessità in cui mi trovavo e in molte altre più gravi, in cui era in gioco il mio onore e la salute dell’anima. Ho visto che il suo aiuto fu sempre più grande di quello che avrei potuto sperare…”( cfr. cap. VI dell’Autobiografia).

Difficile dubitarne, se pensiamo che fra tutti i santi l’umile falegname di Nazareth è quello più vicino a Gesù e Maria: lo fu sulla terra, a maggior ragione lo è in cielo.
Perché di Gesù è stato il padre, sia pure putativo, e di Maria è stato lo sposo.
Sono davvero senza numero le grazie che si ottengono da Dio, ricorrendo a san Giuseppe.
Patrono universale della Chiesa per volere di Papa Pio IX, è conosciuto anche come patrono dei lavoratori nonché dei moribondi e delle anime purganti, ma il suo patrocinio si estende a tutte le necessità, sovviene a tutte le richieste.
Sicuramente è il degno e potente protettore di ogni famiglia cristiana, come lo fu della Sacra Famiglia. Perciò lo invochiamo insieme al Beato Carlo per la situazione contemporanea e chiediamo loro di difendere la famiglia così come Dio la vuole.
Preghiera a S. Giuseppe
A Te, o beato Giuseppe, stretti dalla tribolazione, ricorriamo,
e fiduciosi invochiamo il tuo patrocinio dopo quello della tua santissima Sposa.
Per quel sacro vincolo di carità, che Ti strinse all’Immacolata Vergine Maria, Madre di Dio,
e per l’amore paterno che portasti al fanciullo Gesù, riguarda, Te ne preghiamo,
con occhio benigno la cara eredità, che Gesù Cristo acquistò col suo Sangue,
e col tuo potere ed aiuto sovvieni ai nostri bisogni.
Proteggi, o provvido custode della divina Famiglia, l’eletta prole di Gesù Cristo:
allontana da noi, o Padre amatissimo, gli errori e i vizi, che ammorbano il mondo;
assistici propizio dal cielo in questa lotta col potere delle tenebre, o nostro fortissimo protettore;
e come un tempo salvasti dalla morte la minacciata vita del pargoletto Gesù,
così ora difendi la santa Chiesa di Dio dalle ostili insidie e da ogni avversità;
estendi ognora sopra ciascuno di noi il tuo patrocinio, affinché a tuo esempio
e mediante il tuo soccorso, possiamo virtuosamente vivere,
piamente morire e conseguire l’eterna beatitudine in cielo.
Cosi sia
INCONTRI DEI GRUPPI DI PREGHIERA PERVENUTI
GEBETSLIGA DI BERGAMO

DOMENICA 20 Marzo 2016 alle ore 16,00, presso il Monastero di San Benedetto in Bergamo, via Sant’Alessandro. Recita del Santo Rosario e catechesi guidati da don Maurizio Rota
GEBETSLIGA DI BRESCIA
Venerdì 4 Marzo 2016 Ore 20,30 incontro presso la parrocchia di San Gottardo in Brescia, Via Crucis e Adorazione Eucaristica
GEBETSLIGA DI CREMONA
Cremona Città:. la celebrazione mensile della S. Messa in memoria del beato Carlo verrà tenuta da Padre Antonio Casera domenica 20 marzo alle ore 11 presso la cappella della parrocchia di S.Antonio Maria Zaccaria, in via Milano 3/E, a Cremona.

Sabbioneta: 19 Marzo, terzo sabato del mese alle 9,30 nella chiesa dell’Incoronata, S. Messa in onore del Beato Carlo per chiederne la canonizzazione, pregare per la pace e la fratellanza tra i popoli e condividere le intenzioni di preghiera della Gebetsliga.

GEBETSLIGA DI FERRARA
La riunione di preghiera della delegazione ferrarese si svolgerà nella sede di Alleanza Cattolica (via Boiardo 14) mercoledì 16 marzo alle ore 21,15 con il seguente programma:
– Recita del s. Rosario (in latino) condotto da don Enrico;
– Intervento di Renato Cirelli sul tema «La devozione eucaristica della casata degli Asburgo»;
– Liberi interventi dei presenti.

GEBETSLIGA DI PIACENZA
VIA CRUCIS – venerdì 18 marzo 2016 – ore 18 – Chiesa di S.Giorgino in Sopramuro

GEBETSLIGA DI ROMA
Giovedì 31 Marzo, ultimo giovedì del mese, in Santa Maria dell’ Anima, Via di S. Maria dell’Anima, 64, preghiera guidata dalla Gebetsliga di adorazione al SS Sacramento, dalle 21,00 alle 22,00, con la condivisione delle intenzioni mensili di preghiera e la invocazione per la canonizzazione del Beato Carlo

GEBETSLIGA DI SARTIRANA (LOMELLINA)
Il primo incontro del nuovo gruppo di preghiera di Sartirana in Lomellina si terrà Venerdì 4 Marzo presso la chiesa Parrocchiale, guidato dal prevosto Don Cesare Silva

GEBETSLIGA DELLA SICILIA
Il gruppo della Gebetsliga di Caronia si incontrerà il 22 Marzo. Adorazione eucaristica e Esercizi Spirituali ore 15:30 fino alle 17:30.
Il gruppo della Gebetsliga di Marina di Caronia si incontrerà il 21 Marzo. Adorazione eucaristica e esercizi spirituali dalle 18:00 alle 19:30

GEBETSLIGA DELLA TOSCANA
DIOCESI DI MASSA CARRARA – PONTREMOLI
Gebetsliga di Massa Carrara:
Presso la Fraternità San Filippo Neri,
viale dei Menhir 8
Villafranca in Lunigiana (MS)
Mercoledì 9 marzo ore 18.30 – santa Messa e preghiera per la canonizzazione del beato Carlo presieduta dal delegato di Massa, don Emanuele Borserini.

GEBETSLIGA DI TRIESTE
Venerdì 11 Marzo, secondo venerdì del mese, a Trieste nella cappella dell’Adorazione della chiesa della Beata Vergine del Soccorso alle ore 18,30 incontro di preghiera della Gebetsliga guidata dal delegato don Vincenzo Mercante

GEBETSLIGA DEL TESINO (TN)
L’incontro della Gebetsliga del Tesino è fissato per giovedì giovedì 17 marzo, presso Palazzo Gallo ad ore 18.30. Via Municipio Vecchio n. 2 a Castello Tesino.

GEBETSLIGA DI VIGEVANO
Il gruppo della Gebetsliga di Vigevano si incontrerà venerdì 18 marzo alle ore 18.00 nella cappella S. Arialdo presso la chiesa parrocchiale di S. Francesco, Via Dante in Città. La preghiera sarà guidata dal Parroco Mons. Paolo Bonato

GEBETSLIGA DI VARESE
Incontro presso la Parrocchia di Velate, Cappella di S. Arialdo, venerdì 18 ore 18,00. S. Messa adorazione Eucaristica, condivisione delle intenzioni di preghiera e invocazione per la canonizzazione del Beato Carlo

 

INTENZIONI PREGHIERA PER IL MESE DI FEBBRAIO
Per il Papa, affinché lo Spirito Santo, invocato dalla costante preghiera di tutti i fedeli, lo illumini e lo ispiri alle scelte più giuste e opportune per il bene della chiesa.

Per le famiglie e la famiglia attaccata da progetti disumani di sovvertimento delle leggi naturali e divine.

Per gli uomini e le donne impegnati nella politica, per quelli che si dicono cristiani e per quelli che non lo sono, per intercessione del Beato Carlo, indicato loro da S. Giovanni Paolo II quale modello ed esempio di coerenza e di abnegazione al servizio del bene comune, seguano la via della verità e della giustizia, della coerenza e dell’umanità.

Perché sia presto riconosciuta dalla Chiesa la santità del Beato Carlo d’ Austria, Operatore di pace, sposo e padre esemplare, modello per l’impegno politico e sociale, esempio di cristiana sofferenza accettata serenamente e offerta per la salvezza delle anime.

Perché Dio permetta che attraverso l’intercessione del Beato Carlo avvengano i miracoli.

 

Preghiere per la Canonizzazione del Beato Carlo d’Austria
Si raccomanda in tutte le riunioni di preghiera o personalmente di recitare l’orazione per la glorificazione del Beato Carlo e la preghiera a Maria Signora di tutti i popoli

Dio Padre Onnipotente, attraverso il Beato Carlo hai dato alla tua Chiesa e al popolo di Dio un esempio completo di vita cristiana.
Le sue azioni e le sue scelte nel campo politico e famigliare sono state fermamente ispirate al Vangelo e sugli insegnamenti della dottrina cristiana. Il suo amore per Gesù Eucarestia è cresciuto in periodi di grande incertezza e ciò lo ha portato ad unirsi al sacrificio di Cristo, attraverso il suo sacrificio e l’offerta della propria vita per la salvezza dei suoi popoli. L’Imperatore Carlo ha profondamente amato la Madre di Dio Maria Santissima ed ispira anche noi, come lui ha fatto, a pregare il santo Rosario.
Rafforzaci ora col suo aiuto, interceda per tutti i bisognosi, quando la malattia, lo scoraggiamento, lo sconforto, la solitudine, l’amarezza e le difficoltà della vita mettono a dura prova. Aiutaci a vedere e a seguire l’esempio del Tuo fedele servo il beato Carlo e per sua intercessione ascolta le nostre suppliche ed accogli le nostre preghiere (enunciare la propria intenzione).
Concedi i segni necessari affinché ne sia riconosciuta la santità, per la gloria del Tuo nome, nella lode della Santa Vergine Maria per il bene della santa Chiesa. ( Pater, Ave, Gloria )
Amen.

PREGHIERA A MARIA SIGNORA DI TUTTI I POPOLI
TESTO DELLA PREGHIERA APPROVATA DALLA CONGREGAZIONE PER LA FEDE (2006)

SIGNORE GESÙ CRISTO,
FIGLIO DEL PADRE,
MANDA ORA IL TUO SPIRITO SULLA TERRA.
FA ABITARE LO SPIRITO SANTO
NEI CUORI DI TUTTI I POPOLI,
AFFINCHÉ SIANO PRESERVATI
DALLA CORRUZIONE, DALLE CALAMITÀ
E DALLA GUERRA.
CHE LA SIGNORA DI TUTTI I POPOLI,
LA BEATA VERGINE MARIA,
SIA LA NOSTRA AVVOCATA. AMEN.

Imprimatur: 6/01/2009

Il 31 maggio 2002, il vescovo di Haarlem-Amsterdam, S. E. Mons. Jozeph Marianus Punt, sentendo pareri e ponderando il tutto, ha attestato l’autenticità delle apparizioni della Signora di tutti i Popoli e ha constatato la soprannaturalità delle apparizioni. Per saperne di più cercare in google: Maria signora di tutti i popoli

NEWSLETTER DI FEBBRAIO 2016 MESE DEDICATO ALLO SPIRITO SANTO

Preghiera allo Spirito Santo del Beato Paolo VI

Vieni, o Spirito Santo
e donami un cuore puro,
pronto ad amare Cristo Signore
con la pienezza, la profondità e la gioia
che tu solo sai infondere.
Donami un cuore puro,
come quello di un fanciullo
che non conosce il male
se non per combatterla e fuggirlo.
Vieni, o Spirito Santo
e donami un cuore grande,
aperto alla tua parola ispiratrice
e chiuso ad ogni meschina ambizione.
Donami un cuore grande e forte
capace di amare tutti,
deciso a sostenere per loro
ogni prova, noia e stanchezza,
ogni delusione e offesa.
Donami un cuore grande,
forte e costante fino al sacrificio,
felice solo di palpitare con il cuore di Cristo
e di compiere umilmente, fedelmente
e coraggiosamente la volontà di Dio.
Amen.

 

Preghiera allo Spirito Santo

di Giovanni Paolo II

Vieni, Spirito Santo,
vieni Spirito Consolatore,
vieni e consola il cuore di ogni uomo
che piange lacrime di disperazione.
Vieni, Spirito Santo,
vieni Spirito della luce,
vieni e libera il cuore di ogni uomo
dalle tenebre del peccato.
Vieni, Spirito Santo,
vieni Spirito di verità e di amore,
vieni e ricolma il cuore di ogni uomo
che senza amore e verità
non può vivere.
Vieni, Spirito Santo,
vieni, Spirito della vita e della gioia,
vieni e dona ad ogni uomo la piena comunione con te,
con il Padre e con il Figlio,
nella vita e nella gioia eterna,
per cui è stato creato e a cui è destinato.
Amen.

 

 INCONTRI DI PREGHIERA PER IL MESE DI GENNAIO 2016 PROGRAMMATI E PERVENUTI

 

GEBETSLIGA DI BERGAMO

DOMENICA 21 Febbraio  2016 alle ore 16,00, presso il Monastero di San Benedetto in Bergamo, via Sant’Alessandro. Recita del Santo Rosario e catechesi guidati da don Maurizio Rota

 

GEBETSLIGA DI BRESCIA

Venerdì 5 Febbraio 2016 Ore 20,30  incontro presso la parrocchia di San Gottardo in Brescia, Adorazione Eucaristica, recita del Santo Rosario e Benedizione Eucaristica

GEBETSLIGA DI CREMONA

–          Cremona Città:. la celebrazione mensile della S. Messa in memoria del beato Carlo verrà tenuta da Padre Antonio Casera domenica 28 Febbraio alle ore 11 presso la cappella della parrocchia di S.Antonio Maria Zaccaria, in via Milano 3/E, a Cremona.

–          Sabbioneta: 20 Febbraio, terzo sabato del mese alle 9,30  nella chiesa dell’Incoronata, S. Messa in onore del Beato Carlo per chiederne la canonizzazione,  pregare per la pace e la fratellanza tra i popoli e condividere le intenzioni di preghiera della Gebetsliga. 

 

GEBETSLIGA DI FERRARA

Mercoledì 17 febbraio sarà a Ferrara il Cardinale Piacenza, che terrà un incontro pubblico sul tema della misericordia alle ore 21. Vista la coincidenza il gruppo parteciperà all’evento.

 

GEBETSLIGA DI  PIACENZA

EVENTO di SPIRITUALITA’ per il mese di febbraio 2016  S.MESSA nel MERCOLEDI’ delle SACRE CENERI

       Cari Amici della GEBETSLIGA,

vi ricordo che, come prossimo evento di spiritualità per il mese di febbraio, il nostro Assistente Don Romano Pozzi celebrerà – come nostra consuetudine ( è stato il primo nostro evento di spiritualità, nel 2013 )

una Santa Messa, in rito romano tradizionale, in S.Giorgino il MERCOLEDI’ di inizio QUARESIMA (10 febbraio), alle ore 18, con l’imposizione delle SACRE CENERI

( come nostra cura, nelle celebrazioni in S.Giorgino di carattere tradizionale, osserveremo la correttezza rituale prevista dal Motu Proprio “Summorum Pontificum” )

Ricordo anche un altro evento di febbraio, a cui la nostra Delegazione è interessata per comune progettazione e a cui sono invitati tutti gli Amici: venerdì 19.2, alle ore 16, nei locali di S.Giorgino, a cura dell’Associazione “Convegni di Maria Cristina”, il nostro Addetto culturale Ivo Musajio Somma terrà una conferenza sul Beato Imperatore Carlo d’Asburgo e l’Imperatrice Zita.

Allego inoltre il riferimento agli Atti del nostro Convegno sulla Prima Guerra Mondiale, così come si trovano citati nel sito della Gebetsliga Italia

http://www.beatocarloinitalia.it/2016/01/24/convegno-a-piacenza-pubblicazione-degli-atti/

Sia io sia Ivo abbiamo a disposizione le copie degli Atti da diffondere e acquistare. A presto organizzeremo la presentazione ufficiale in città. Ricordo infine il rinnovo delle adesioni alla Gebetsliga per il 2016 e l’invito a portare nuove adesioni

 

GEBETSLIGA DI ROMA

Giovedì 25 Febbraio, ultimo giovedì del mese,  in Santa Maria dell’ Anima,  Via di S. Maria dell’Anima, 64,  preghiera guidata dalla Gebetsliga di adorazione al SS Sacramento, dalle 21,00 alle 22,00, con la condivisione delle intenzioni mensili di preghiera e la invocazione per la canonizzazione del Beato Carlo

GEBETSLIGA DI SARTIRANA (LOMELLINA)

Il primo incontro del gruppo di Sartirana in Lomellina  si terrà Venerdì  5 febbraio presso la chiesa Parrocchiale, guidato dal prevosto Don Cesare Silva

 

GEBETSLIGA DELLA  SICILIA

Il gruppo della Gebetsliga di Caronia si incontrerà il secondo giovedì del mese l’ 11 Febbraio alle ore 17,00

Il gruppo della Gebetsliga di Caronia Marina si incontrerà il secondo venerdì del mese il 12 Febbraio alle ore 18,30

Adorazione Eucaristica, S. Messa, condivisione delle intenzioni di preghiera e invocazione per la canonizzazione del Beato Carlo

 

GEBETSLIGA DELLA TOSCANA

DIOCESI DI MASSA CARRARA – PONTREMOLI

Gebetsliga di Massa Carrara:

Presso la Fraternità San Filippo Neri,

viale dei Menhir 8

Villafranca in Lunigiana (MS)

Mercoledì 17 Febbraio, ore 18.30 – santa Messa e preghiera per la canonizzazione del beato Carlo presieduta dal delegato di Massa, don Emanuele Borserini.

 

GEBETSLIGA DI TRIESTE

Venerdì 12  Febbraio, secondo venerdì del mese,  nella cappella dell’Adorazione della chiesa della Beata Vergine del Soccorso  a Trieste incontro di preghiera della Gebetsliga guidata dal delegato  don Vincenzo Mercante chiesa

 

GEBETSLIGA DEL TESINO (TN)

L’incontro della Gebetsliga del Tesino è fissato per giovedì 18 Febbraio ad ore 18.30 presso Palazzo Gallo Via Municipio Vecchio n. 2 a Castello Tesino.

 

GEBETSLIGA DI  VIGEVANO

Il gruppo della Gebetsliga di Vigevano si incontrerà il 29 Febbraio alle 18.00.   presso la chiesa parrocchiale di S. Francesco, Via Dante in Città. La preghiera sarà guidata dal Parroco  Mons. Paolo Bonato

 

GEBETSLIGA DI VARESE

Incontro presso la Parrocchia di Velate, Cappella di S. Arialdo, venerdì 19 Febbraio ore 18,00.  S. Messa adorazione Eucaristica, condivisione delle intenzioni di preghiera e invocazione per la canonizzazione del Beato Carlo

 

 INTENZIONI PREGHIERA PER IL MESE DI FEBBRAIO   

 

  • Perché lo Spirito Santo illumini le menti e i cuori degli uomini nella ricerca della pace fra popoli e le nazioni, si estinguano le guerre e l’odio,  prevalga il rispetto, l’accoglienza, la condivisione e la pace.
  • Per coloro che si preparano: fanciulli,  giovani e adulti a ricevere lo Spirito Santo nella Grazia dei Sacramenti,  affinché trovino nella Chiesa testimonianze credibili e gioiose unitamente ad una catechesi intelligente, chiara e fedele.
  • Per il Papa,  affinché lo Spirito Santo, invocato dalla preghiera di tutta la Chiesa, lo illumini e lo sorregga sempre.
  • Per le famiglie e la famiglia attaccata da progetti disumani di sovvertimento delle leggi naturali e divine.
  • Per i bambini, figli e dono di Dio, affinché non siano mai considerati un diritto o proprietà di qualcuno.
  • Perché sia presto riconosciuta dalla Chiesa la santità del Beato Carlo d’ Austria, Operatore di pace, sposo e padre esemplare, modello per l’impegno politico e sociale, esempio di cristiana sofferenza accettata serenamente e offerta  per la salvezza delle anime.

 

 

Preghiere per la Canonizzazione del Beato Carlo d’Austria

Si raccomanda in tutte le riunioni di preghiera o personalmente di recitare l’orazione per la glorificazione del Beato Carlo e la preghiera a Maria Signora di tutti i popoli

Dio Padre Onnipotente, attraverso il Beato Carlo hai dato alla tua Chiesa e al popolo di Dio un esempio completo di vita cristiana.
Le sue azioni e le sue scelte nel campo politico e  famigliare sono state  fermamente ispirate al Vangelo e sugli insegnamenti della dottrina cristiana. Il suo amore per Gesù Eucarestia è cresciuto in periodi di grande incertezza e ciò lo ha portato ad unirsi al sacrificio di Cristo, attraverso il suo sacrificio e l’offerta della propria vita per la salvezza dei suoi popoli. L’Imperatore Carlo ha profondamente amato la Madre di Dio Maria Santissima ed ispira anche noi come lui ha fatto a  pregare il santo Rosario.
Rafforzaci ora col suo aiuto, interceda per tutti i bisognosi, quando la malattia, lo scoraggiamento, lo sconforto, la solitudine, l’amarezza e le difficoltà della vita mettono a dura prova. Aiutaci a vedere e a seguire l’esempio del Tuo fedele servo il beato Carlo e per sua intercessione ascolta le nostre suppliche ed accogli le nostre preghiere (enunciare la propria intenzione).
Concedi i segni necessari affinché ne sia riconosciuta la santità, per la gloria del Tuo nome, nella lode della Santa Vergine Maria per il bene della santa Chiesa. ( Pater, Ave, Gloria )
Amen.

 

PREGHIERA A MARIA SIGNORA DI TUTTI I POPOLI

TESTO DELLA PREGHIERA APPROVATA DALLA CONGREGAZIONE PER LA FEDE (2006)

SIGNORE GESÙ CRISTO,
FIGLIO DEL PADRE,
MANDA ORA IL TUO SPIRITO SULLA TERRA.
FA ABITARE LO SPIRITO SANTO
NEI CUORI DI TUTTI I POPOLI,
AFFINCHÉ SIANO PRESERVATI
DALLA CORRUZIONE, DALLE CALAMITÀ
E DALLA GUERRA.
CHE LA SIGNORA DI TUTTI I POPOLI,
LA BEATA VERGINE MARIA,
SIA LA NOSTRA AVVOCATA. AMEN.
Imprimatur: 6/01/2009

Il 31 maggio 2002, il vescovo di Haarlem-Amsterdam, S. E. Mons. Jozeph Marianus Punt, sentendo pareri e ponderando il tutto, ha attestato l’autenticità delle apparizioni della Signora di tutti i Popoli e ha constatato la soprannaturalità delle apparizioni. Per saperne di più cercare in Google:  Maria signora di tutti i popoli

1 Aprile 2016 , 93° anniversario del pio transito del Beato Carlo

II 19 novembre 1921, Carlo e Zita approdavano a Funchal in Madera: il Vescovo del luogo, per incarico del Papa, viene loro incontro con tutti i riguardi.

L’Imperatore Carlo ebbe a provare una grande gioia nell’intimo del suo cuore, vedendo come immediatamente si erigeva entro la sua abitazione una cappella, ove, nella dura sorte del proprio esilio, solo poteva cercare e trovare il più caro dei sollievi.

Gli abitanti dell’isola, vedendo quella sua giovialità, quella pace gioconda e costante nel portare la sua croce, quella continua unione con Dio, non tardarono ad essere infiammati di simpatia verso di lui. L’Imperatore era messo a ben dure prove: uno dei figlioli da lui lasciati nella lontana Svizzera, si era ammalato, – la sua consorte, che in quel tempo si aspettava nuove gioie materne, aveva dovuto far con lui quel viaggio pieno di strapazzi, – e quei pochi mezzi, che ancor restavano dopo la rapina fatta dei suoi beni, andavano scomparendo.

La troppo grande mancanza di mezzi lo costringe ad abbandonare la città di Funchal e trasferirsi al monte sopra la città. Era il 18 febbraio 1922, stagione, ahimè! poco propizia per quel clima nebbioso e, in primavera, malsano.

L’Imperatrice Zita era già tornata, con sei figlioli, il 2 di quel mese. Il 2 marzo venne anche il settimo, bell’e guarito.

II 14 marzo 1922 Carlo Imperatore si ammala: si tratta di cosa da poco.

Il 27 il suo stato peggiora, a cagione di una infiammazione dei polmoni, e riceve il Sacramento della Estrema Unzione. Volle fosse presente Ottone, il primogenito, perché voleva dargli un esempio. “Affinché egli sappia, disse, in qual modo dovrà diportarsi un giorno, come Imperatore e come vero cattolico “.

In tutta la sua vita Carlo d’Austria aveva sempre e prontamente perdonato tutti gli oltraggi e tutti i torti. Nella confessione generale di tutta la vita, che ora vuol fare, dichiara nuovamente di voler perdonare a tutti i nemici e avversari; e nello stesso tempo vuole accentuare la sua ferma volontà di non lasciar mai i diritti e i doveri che erano stati dati alla sua persona.

“Devo tanto patire, affinché i miei popoli abbiano a ritrovarsi nuovamente uniti”. Quest’espressione ci fa conoscere con quali intenzioni d’amor di patria e di fedeltà egli offriva a Dio i suoi dolori.

Nella sua infermità egli conserva un’esemplare pazienza; nella morte, una piena rassegnazione alla volontà di Dio.

Gettano viva luce sopra tutta la sua vita le parole semplici, ma dense di significato, da lui proferite la notte della sua morte: “Tutti i miei sforzi tendono sempre a questo fine, di conoscere in tutte le cose la volontà di Dio più chiaramente che sia possibile, ed eseguirla con la maggior possibile perfezione”.

Così anche poco prima della morte, conoscendo chiaramente ch’essa si avvicinava, potè dire: “Sia fatta la Tua volontà!”.

Il giorno della sua morte, primo d’aprile 1922, aveva ricevuto la mattina, come soleva ogni giorno, la Santa Comunione. A mezzogiorno, pochi minuti prima di spirare, sentì un vivo desiderio di ricevere ancora una volta il Corpo del Signore, che gli fu amministrato come Viatico.

Tra le braccia della cara Consorte, alla presenza del Santissimo Sacramento, in intima orazione, si spense. Dando l’ultimo respiro, aveva pronunciato ancor una volta il Nome di Gesù.

II giorno 5 aprile, la sua salma fu collocata nel santuario, meta di pellegrinaggi, di Nassa Senhora do Monte (Nostra Signora del Monte). Il Vescovo e il popolo di Funchal custodiscono i resti mortali di Carlo d’Austria, come quelli d’una persona, la cui memoria è in venerazione.

L’Eccellentissimo Vescovo di Funchal, trovandosi in Roma con un Sacerdote religioso austriaco, ebbe a dire : “Nessuna missione ha concorso così efficacemente a ravvivare la fede nella mia diocesi quanto l’esempio che le diede il suo Imperatore nella sua infermità e nella sua morte”.