Monthly Archives: Febbraio 2021

Parte la delegazione della Calabria

Vibo Valentia – Martedì 23 febbraio 2021,

presso la chiesa di Maria SS. del Rosario e san Giovanni Battista, sede della storica arciconfraternita omonima, si è celebrata una santa messa voluta dalla rappresentanza di Vibo Valentia del nascente Gruppo di Preghiera per la causa di canonizzazione del Beato Carlo I d’Austria. La santa messa è stata celebrata da Mons. Filippo Ramondino, vicario generale della diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea, presenti alla cerimonia religiosa i membri che hanno aderito all’unione di preghiera, molti fedeli, e in modo particolare il dott. Aurelio Badolati, delegato per la Calabria della Gebetsliga Italia. Mons. Ramondino nella sua omelia ha sottolineato come la figura “dell’ultimo degli Asburgo” merita attenzione non solo perché sovrano e santo, ma anche e soprattutto in quanto sovrano santo; inoltre ha evidenziato la vocazione alla santità, come qualcosa presente in ognuno di noi, egli infatti ha anche fatto riferimento alla cosiddetta “fabbrica di santi” attuata sotto il pontificato di San Giovanni Paolo II, un papa che vide e scorse il profumo di santità in ogni fascia sociale, nel povero, nella persona umile, nel docente, nell’educatore, nel sovrano, nell’imperatore, nella madre di famiglia ecc. Anche il dott. Badolati, al termine della santa messa, ha preso la parola, delineando in un breve excursus i tratti fondamentali della biografia del Beato Carlo d’Asburgo, sottolineando inoltre l’importanza della canonizzazione di questo imperatore buono e magnanimo, e soprattutto mettendo in evidenza come la figura di Carlo, dopo gli orrori della seconda guerra mondiale e delle guerre balcaniche successive al 1989, pare, proprio in questa chiave, profetica. A conclusione della cerimonia, sono stati benedetti da mons. Ramondino i diplomi di appartenenza e le insegne per i membri dell’unione di preghiera, consegnati da Badolati insieme ad una significativa reliquia “ex indumentis” del Beato. Un primo input che sancirà altre numerose iniziative di preghiera per il Beato Carlo d’Asburgo in tutta la regione Calabria.(Benemerito Gabriele Vallone)

LITURGIA delle CENERI

mercoledì 17 gennaio – ore 17.30

                 Chiesa Parrocchiale S.Corrado Confalonieri PC

LITURGIA DELLE CENERI

Ci troveremo per la S.Messa parrocchiale, nel corso della quale avrà luogo l’imposizione delle Ceneri, momento iniziale della Quaresima, dalla quale riprenderemo alimento spirituale per la nostra vita di Cristianesimo vissuto e il nostro impegno associativo in arduis temporibus.

 La Quaresima, istituita dalla Chiesa come tempo di preparazione alla Pasqua, riprende simbolicamente i quarant’ anni di cammino nel deserto compiuto dal popolo ebraico e i quaranta giorni di digiuno che precedono la missione pubblica di Gesù. Esodo e digiuno sono preludio di una grande gioia: il raggiungimento della Terra promessa, la morte e resurrezione di Cristo, strumento di salvezza per tutti gli uomini. Per questo la Quaresima “prende luce dal mistero pasquale”, sottolinea il Santo Padre, e “il Signore Risorto ci chiama a uscire dalle nostre tenebre e noi ci mettiamo in cammino verso di Lui, che è la Luce”. “Il cristiano è chiamato a tornare a Dio «con tutto il cuore» (Gl 2,12), per non accontentarsi di una vita mediocre”.  Maurizio

Calendario Incontri Gruppo di Cremona

Il locale gruppo di Cremona si ritrova presso al Chiesa dei Frati Minori Cappuccini in via Brescia, 48, il sabato pomeriggio, solitamente il IV° salvo imprevisti, alle ore 16.30 per il momento di catechesi e la s. Messa in onore del Beato Carlo. Al termine della s. Messa preghiera per chiedere l’intercessione del B. Carlo.

Ecco le date dei prossimi incontri:

Sabato 27 febbraio – Sabato 27 marzo – Sabato 17 aprile (Terzo sabato) – Sabato 22 maggio – Sabato 26 giugno.

NEWSLETTER DI FEBBRAIO 2021 MESE DEDICATO ALLO SPIRITO SANTO

Proponiamo tre brevi pensieri di Papa Francesco sull’importanza per ogni discepolo del Signore di porre al centro della propria vita di fede Dio Trinità: il Padre il Figlio e lo Spirito Santo ed in modo particolare di imparare a lasciarsi raggiungere e permeare dall’azione santificatrice dello Spirito Santo che insegna, illumina, guida e nutre la Speranza.

1) Non possiamo nulla senza lo Spirito Santo
“Questa è la forza! Noi non possiamo nulla senza lo Spirito”, spiega il Papa ricordando che la vita cristiana non è soltanto comportarsi bene, fare questo, non fare quell’altro. “Noi possiamo fare questo”, possiamo anche scrivere la nostra vita con “calligrafia inglese”, ma la vita cristiana rinasce dallo Spirito e quindi bisogna fargli posto. È lo Spirito che ci fa risorgere dai nostri limiti, dalle nostre morti, perché noi abbiamo tante, tante necrosi nella nostra vita, nell’anima. Il messaggio della risurrezione è questo di Gesù a Nicodemo: bisogna rinascere. Ma come mai lascia posto allo Spirito? Una vita cristiana, che si dice cristiana, che non lascia posto allo Spirito e non si lascia portare avanti dallo Spirito è una vita pagana, travestita da cristiana”

2) Non possiamo pregare senza lo Spirito Santo
“Il primo protagonista di ogni preghiera cristiana è lo Spirito Santo”. “Noi non potremmo mai pregare senza la forza dello Spirito, è lui che prega in noi e ci muove a pregare bene”, ha proseguito Francesco sempre fuori testo: “Possiamo chiedere allo Spirito Santo che ci insegni a pregare, perché lui è il vero protagonista, colui che fa la preghiera in noi. Lui soffia nel cuore di ognuno di noi, che siamo discepoli di Gesù”. “Lo Spirito ci rende capaci di pregare come figli di Dio, quali realmente siamo per il Battesimo”, ha sottolineato il Papa: “Lo Spirito ci fa pregare nel ‘solco’ che Gesù ha scavato per noi. Questo è il mistero della preghiera cristiana: per grazia siamo attratti in quel dialogo di amore della Santissima Trinità”

3) Lo Spirito Santo è il lievito dei cristiani
ll lievito dei cristiani è lo Spirito Santo, che ci spinge fuori, ci fa crescere, con tutte le difficoltà del cammino, anche con tutti i peccati, ma sempre con la speranza. Lo Spirito Santo è proprio la caparra di quella speranza, di quella lode, di quella gioia. Nel cuore, questa gente che ha lo Spirito Santo come lievito, è gioiosa, anche nei problemi e nelle difficoltà. Gli ipocriti hanno dimenticato cosa significhi essere gioioso.

Papa Francesco

INTENZIONI PREGHIERA PER IL MESE DI FEBBRAIO 2021
• Per il Papa, affinché lo Spirito Santo, invocato dalla preghiera di tutta la Chiesa, lo illumini e lo sorregga sempre.

• Perché lo Spirito Santo illumini le menti e i cuori degli uomini nella ricerca della pace fra popoli e le nazioni, si estinguano le guerre e trionfi la pace.

• Per coloro che si preparano: fanciulli, giovani e adulti, a ricevere lo Spirito Santo nella Grazia dei Sacramenti, in modo particolare nel Battesimo e nella Confermazione, affinché trovino nella Chiesa testimonianze credibili e gioiose.

• Per le famiglie e la famiglia attaccata da progetti disumani di sovvertimento delle leggi naturali e divine.

• Perché sia presto riconosciuta dalla Chiesa la santità del Beato Carlo d’Austria.


AVVISI
Cari amici della Gebetsliga,
ho il piacere di presentarvi, fresca di editore e di consigliare la lettura di questa nuova biografia di Carlo e Zita, opera dell’amico bresciano Dott. Claudio Andreoli, che conta a suo curriculum varie altre interessanti pubblicazioni. Si tratta di uno studio molto accurato ma concepito con uno stile piacevolmente divulgativo che consentirà di leggere a tutto tondo la figura del Beato Carlo, presentato in questa nuova pubblicazione, nel rapporto vivo e famigliare con la sua spasa la Serva di Dio Zita.
La prefazione è di S.A.I.R. l’Arciduca Martino d’Austria Este; l’opera è facilmente reperibile in tutte le librerie o in internet.

Si raccomanda in tutte le riunioni di preghiera o personalmente di recitare l’orazione per la canonizzazione del Beato Carlo e la preghiera alla B.V. Maria di Fatima


Preghiere per la Canonizzazione del Beato Carlo d’Austria

Dio Padre Onnipotente, attraverso il Beato Carlo hai dato alla tua Chiesa e al popolo di Dio un esempio completo di vita cristiana.
Le sue azioni e le sue scelte nel campo politico e familiare sono state fermamente ispirate al Vangelo e sugli insegnamenti della dottrina cristiana. Il suo amore per Gesù Eucarestia è cresciuto in periodi di grande incertezza e ciò lo ha portato ad unirsi al sacrificio di Cristo, attraverso il suo sacrificio e l’offerta della propria vita per la salvezza dei suoi popoli. L’Imperatore Carlo ha profondamente amato la Madre di Dio Maria Santissima ed ispira anche noi come lui ha fatto a pregare il santo Rosario.
Rafforzaci ora col suo aiuto, interceda per tutti i bisognosi, quando la malattia, lo scoraggiamento, lo sconforto, la solitudine, l’amarezza e le difficoltà della vita mettono a dura prova. Aiutaci a vedere e a seguire l’esempio del Tuo fedele servo il beato Carlo e per sua intercessione ascolta le nostre suppliche ed accogli le nostre preghiere (enunciare la propria intenzione).
Concedi i segni necessari affinché ne sia riconosciuta la santità, per la gloria del Tuo nome, nella lode della Santa Vergine Maria per il bene della santa Chiesa. ( Pater, Ave, Gloria )
Amen.

PREGHIERA AL BEATO CARLO IN TEMPO DI CALAMITA’
Beato Carlo, hai accettato i difficili compiti e le sfide che Dio ti ha dato durante la tua vita,
hai sempre confidato in Nostro Signore Gesù Cristo attraverso la guida dello Spirito Santo
e in Maria, Madre di Dio e nostra, hai sempre trovato ispirazione, consolazione e speranza.
Vieni in nostro aiuto ora che siamo provati da questa calamità che spaventa e flagella il mondo
e intercedi per noi.
Ti affidiamo le anime dei defunti perché siano nell’abbraccio misericordioso di Dio,
conforta tutti coloro che soffrono nel lutto e nel dolore.
Intercedi per la guarigione degli ammalati, possano ritrovare forza e salute del corpo e dello spirito.
Tu che sei stato un vero Re cristiano illumina i capi delle nazioni nell’ emanare leggi giuste e sagge
per il bene e la pace dell’umanità.
Chiedi forza e coraggio per i medici, gli infermieri, quanti si prendono cura degli ammalati e gli scienziati;
siano guidati dalla saggezza, la conoscenza e la compassione del Divino Medico.
Dissipa le nostre paure, le ansie e l’orgoglio,
affinché si possa collaborare responsabilmente con tutti i popoli e le nazioni per la salute, la pace e l’umana universale fratellanza.
Rafforza con i tuoi esempi la nostra fede e chiedi per noi coraggio per sperimentare e
testimoniare l’intervento curativo di Dio.

Fa che con la tua guida possiamo mettere la nostra vita nelle mani dell’Onnipotente e fare la Sua Santa Volontà
fino a quando lo potremo lodare in eterno, come hai fatto tu, per Cristo nostro Signore.
Amen.
Pater, Ave, Gloria


PREGHIERA ALLA MADONNA DI FATIMA

Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

O Vergine Santa, Madre di Gesù e Madre nostra, che sei apparsa a Fatima ai tre pastorelli per recare al mondo un messaggio di pace e di salvezza, io mi impegno ad accogliere questo tuo messaggio. Mi consacro oggi al tuo Cuore Immacolato, per appartenere così più perfettamente a Gesù. Aiutami a vivere fedelmente la mia consacrazione con una vita tutta spesa nell’amore di Dio e dei fratelli, sull’esempio della tua vita. In particolare Ti offro le preghiere, le azioni, i sacrifici della giornata, in riparazione dei peccati miei e degli altri, con l’impegno di compiere il mio dovere quotidiano secondo la volontà del Signore. Ti prometto di recitare ogni giorno il Santo Rosario, contemplando i misteri della vita di Gesù, intrecciati ai misteri della tua vita. Voglio vivere sempre da
vero figlio tuo e cooperare perchè tutti Ti conoscano e amino come Madre di Gesù, vero Dio e unico nostro Salvatore.
Amen.
( Ave o Maria….)

Ferrara — gennaio/febbraio 2021

Il perdurare della situazione sanitaria e delle conseguenti misure restrittive ci ha ostacolato nell’organizzare le nostre riunioni, ma ora cerchiamo timidamente di riprovare, ritrovandoci almeno per la parte spirituale, rimandando a tempi migliori qualche iniziativa che abbia anche un taglio culturale oltre che quello, doveroso, devozionale.
Ci troveremo dunque per la nostra riunione mensile
 
martedì 23 febbraio 2021, ore 17,15
nella chiesa di Santa Chiara
corso Giovecca 179 – Ferrara.


Inizieremo con un quarto d’ora di adorazione eucaristica, proseguiremo con la recita di una corona del santo rosario — applicando le intenzioni di preghiera indicate dal delegato nazionale don Arnaldo Morandi — e termineremo con la preghiera al beato Carlo alla presenza della reliquia e della nuova icona realizzata dalle monache benedettine.