Monthly Archives: Gennaio 2018

Incontro di preghiera Febbraio 2018

Lincontro di preghiere di frebbraio 2018, mese dedicato allo Spirito Santo, si terrà a Brescia in San Gottardo venerdì 2, primo venerdì del mese, alle ore 20,30 con il lucernario e la S. Messa della Candelora

Appuntamento Febbraio 2018

L’appuntamento per la delegazione di Bergamo della Gebetsliga è per DOMENICA 25 Febbraio 2018 ,

presso il Monastero di San Benedetto, a Bergamo, in via Sant’Alessandro n°51, con il seguente programma:

  • Ore 16:00:  preghiera del Santo Rosario meditato, per la Pace fra i popoli, nello spirito del Beato Carlo
  • Ore 16:30:  catechesi guidata dal nostro assistente ecclesiastico, Rev. Don Maurizio Rota

Fino alle ore 15:40 circa è possibile parcheggiare gratuitamente l’auto presso la casa dei Preti del Sacro Cuore, in via Garibaldi, n°10.

Appuntamento gennaio 2018

L’appuntamento per la delegazione di Bergamo della Gebetsliga è per DOMENICA 14 GENNAIO 2018 ,

presso il Monastero di San Benedetto, a Bergamo, in via Sant’Alessandro n°51, con il seguente programma:

  • Ore 16:00:  preghiera del Santo Rosario meditato, per la Pace fra i popoli, nello spirito del Beato Carlo
  • Ore 16:30:  catechesi guidata dal nostro assistente ecclesiastico, Rev. Don Maurizio Rota

Fino alle ore 15:40 circa è possibile parcheggiare gratuitamente l’auto presso la casa dei Preti del Sacro Cuore, in via Garibaldi, n°10.

Venerdì  19 gennaio 2018   

 

nella Chiesa di Santo Stefano in Velate alle

17.00 – Adorazione eucaristica

17.30 – Santa Messa in onore del Beato Carlo d’Asburgo

S.MESSA per il quinto ANNIVERSARIO della DELEGAZIONE PIACENTINA – 9 gennaio

 KAISER KARL GEBETSLIGA            DELEGAZIONE  di  PIACENZA       

Unione di preghiera Beato Carlo d’Asburgo per la pace e la fratellanza tra i popoli    _____________________________________________________________________________________

AL QUINTO ANNO DI VITA DELLA NOSTRA DELEGAZIONE

   Cari amici della Gebetsliga di Piacenza,

mentre consegniamo alla Storia anche questo 2017 non privo, purtroppo, di eventi negativi per la vita dell’uomo, per la pienezza della famiglia naturale e cristiana, per il sostegno ai veri diritti e alla piena dignità di una società ad autentica misura d’uomo, di eventi anche violenti e di persecuzione per i cristiani, i cattolici e per la religione in genere, di guerre e insicurezze, di falsi progressi e di passi “avanti” su una certa evidente via della decadenza, ma popolato anche  – grazie a Dio e agli uomini di buona volontà: realismo non significa certo cupo pessimismo! – di fatti di grande portata civile e culturale, così come da umili e semplici testimonianze di oscuri ma grandissimi discepoli del Figlio di Dio, passiamo – dal punto di vista della nostra Gebetsliga – da un glorioso evento celebrativo – l’anniversario dell’incoronazione del Beato Imperatore Carlo, il nostro modello, 30 dicembre 1916,   101 anno fa – ai più modesti, ma per noi gagliardi, cinque anni di vita della nostra Delegazione piacentina ( 9 gennaio 2013 ).

   Ricorderemo l’evento con la S.Messa, celebrata, alle ore 19 del 9 gennaio in S.Giorgino in Sopramuro, dal nostro Assistente Don Romano Pozzi, con il rito (riformato: come sapete, le nostre celebrazioni avvengono sia secondo questo rito sia secondo quello tridentino lungo l’anno) secondo il proprio del Beato Carlo. Canteremo il Te Deum e sarà impartita la Benedizione Eucaristica con la Sacra Reliquia del Beato Imperatore.

   Ci troveremo, nei locali di S.Giorgino, alle ore 18,30 con tutti gli iscritti per un saluto, per raccogliere gli spunti di tutti riguardo al costituendo programma dell’anno 2018, per rinnovare le quote d’iscrizione 2018, per conoscere – speriamo – nuovi compagni di percorso, nuovi amici.

   A presto!   Maurizio

Newsletter di Gennaio 2018

 La Sacra Famiglia: mistico arcobaleno

“Io pongo il mio arco nelle nubi, ed esso sarà un segno di alleanza tra me e la terra” (Gn9,13).

L’arcobaleno fu il segno di alleanza che Dio diede all’umanità in Noè, dopo il diluvio universale. Dio parlando a Noè guardava nei secoli futuri, ed aveva sempre presente il mirabile disegno dell’Incarnazione. Egli voleva stringere un patto d’amore con l’uomo per liberarlo dal diluvio del peccato. In mezzo alla rovina prodotta dal male, c’è ancora un punto vivo e galleggiante sugli abissi, c’è la Sacra Famiglia, arca meravigliosa preservata dal diluvio. Essa doveva ridare al mondo la vita dandogli il Verbo Incarnato. L’arcobaleno unisce la terra al cielo. Nei Sacri Cuori di Gesù, Maria e Giuseppe, l’uomo si ricongiunge a Dio, la miseria umana con la misericordia di Dio.

O anima cara, applica subito alla tua vita e alla tua condotta quello su cui stai riflettendo. Sappi infatti che dopo ogni tua prova risplende per te l’arcobaleno d’amore dei tre Sacri Cuori. Considera pure il nuovo ordine inaugurato dalla Sacra Famiglia con la sofferenza, un tempo temuta come castigo e maledizione divina. Sappi invece che per te i travagli si illuminano, come l’arcobaleno, di sette ‘colori’: il dolore è la via per ritornare a Dio, è luce per l’intelletto, è l’alimento dei giusti, il mezzo unico della grazia, il prezzo della gloria, e soprattutto l’eredità legittima che i tre Sacri Cuori di Gesù, Maria e Giuseppe,

Signori e Sovrani dell’anima elessero per se stessi e per i Loro eletti.

Nei tuoi travagli rapportati con la Sacra Famiglia. Guardala come a Betlemme sopporta i rigori della povertà, a Nazareth la fatica del lavoro, per sfuggire alla persecuzione dei nemici vanno in Egitto sereni e santamente rassegnati alla Volontà di Dio, eppure che dolore, che sofferenza per i Loro mitissimi Cuori.

Quante lezioni invece per i nostri lamenti ed impazienze. Nella notte triste dell’esilio in Egitto i santi sposi Maria e Giuseppe partono senza dire una sola parola di sdegno o ira, di timore o inquietudine… Tu non l’avresti detta? Non ne dici, non una, ma molte, per motivi infinitamente più piccoli? Impara dunque da Loro a saper apprezzare ed offrire la sofferenza.

CONSACRAZIONE AI TRE SACRI CUORI
Sacro Cuore di Gesù, Cuore Immacolato di Maria, e Cuore Castissimo di San Giuseppe, io vi consacro in questo giorno, la mia mente, le mie parole, il mio corpo, il mio cuore e la mia anima perché la vostra volontà sia fatta attraverso di me in questo giorno. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Intenzioni di preghiera per questo mese

• Per il Santo Padre il Papa. Preghiamo.

• Per la famiglia cristiana, perché senta la necessità di una continua ricerca della volontà di Dio e della santificazione di tutti i suoi membri secondo la propria vocazione. Per questo ti preghiamo

• Signore Gesù, che sei stato presente alle nozze di Cana compiendovi il primo miracolo,
benedici l’amore che fonda le famiglie affinché esso sia gratuito, casto, fedele, generoso, sia segno del mistero della Trinità e mostri che il significato della Vita umana va ricercato nella sua provenienza dall’Amore e nella sua destinazione ad esso. Per questo ti preghiamo

• Per la famiglia, perché si apra al dono della vita, affinché l’inestimabile valore che essa costituisce sia considerato da tutti come il bene assoluto e primario da difendere, promuovere e sostenere sempre. Per questo ti preghiamo

• Per le famiglie in difficoltà, divise, fallite, affinché non venga mai meno l’apertura alla speranza e alla provvidenza, la fiducia e l’attenzione ai figli, spesso vittime innocenti e inconsapevoli dell’egoismo dei grandi. Per questo preghiamo

• Per la canonizzazione del Beato Carlo. Preghiamo

Si raccomanda in tutte le riunioni di preghiera o personalmente di recitare l’orazione per la glorificazione del Beato Carlo e la preghiera a Maria Signora di tutti i popoli